ParcoNazionale_bismantova_h

Del sistema montuoso noto come Appennino Tosco Emiliano, l’Appennino Reggiano costituisce una sezione tra le più interessanti. Dalle rocce nude e dai prati di mirtillo del crinale, l’Appennino scende a valle attraverso una serie di dorsali scavate dai torrenti che ospitano boschi di castagni, faggi, pini e abeti, laghi glaciali, torbiere che costituiscono gli elementi di maggior interesse ambientale.

Cervi, caprioli, mufloni, cinghiali rappresentano la  fauna più vistosa, arricchita dalla ricomparsa dell’animale più simbolico di tutti: il lupo.

Il territorio naturalisticamente più pregiato è tutelato, con legge dello Stato, all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano che  comprende anche territori al di là dello spartiacque, nella regione toscana e, dal lato reggiano, arriva a comprendere lo splendido monolito della Pietra di Bismantova, una rupe fantastica ricordata da Dante nel canto IV del Purgatorio, oggi conosciuta soprattutto nel mondo degli scalatori.