camminare-nella-storia-head

Camminare nella storia si può. Sotto il segno della Gran Contessa Matilde una nuova rete di sentieri segnalati collega le principali località naturalistiche e storiche della collina reggiana. Le tappe sono cinque (più il raccordo di ingresso da Reggio Emilia) divise in varie sottosezioni, con alcune possibili varianti.

Attraverso di esse il Sentiero Matilde ci conduce dalla rupe di Canossa a San Pellegrino in Alpe, balcone naturale sulla Garfagnana, attraverso castelli, case a torre, antiche pievi e borghi in pietra arenaria.

Il Sentiero Matilde

Realizzato nel 1998, il Sentiero Matilde è stato oggetto di una costante manutenzione attuata in collaborazione con la sezione reggiana del Club Alpino Italiano e di una specifica promozione attraverso guide cartacee, carte escursionistiche, applicazioni per smartphone, articoli di stampa, siti web.

Nel corso del 2014 grazie a fondi europei gestiti in collaborazione tra GAL Antico Frignano-Appennino Reggiano, Provincia di Reggio Emilia e Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale il sentiero è stato interessato da una manutenzione strordianaria che ne ha rinnovato la segnaletica e l’infrastutturazione, compresa la realizzazione di due aree camper a Vico di Canossa e Carpineti.

Il Sentiero Matilde fin dall’origine ha costituito una opportunità per animare il turismo matildico e incrementare le attività delle imprese di accoglienza e di servizio.

Il nono anniversario dalla morte di Matilde di Canossa, che ricorre appunto nel 2015, rappresenta una  opportunità in più per sollecitare una frequentazione di un territorio eccezionalmente ricco di testimonianze storiche, di valori naturalistici e straordinariamente ospitale.